96859056 - healing website header - healer's hands outstretched reaching up towards a bright sunburst beaming down with blue sky and fluffy clouds

Sabato 2 e domenica 3 giugno corso di REIKI di I° livello

Sabato 2 e domenica 3 giugno dalle 10:00 alle 18:00 al Vitala Yoga si terrà il corso di REIKI di I° livello.

Il Reiki, di per sé, è una tecnica molto semplice, si apprende in uno o due giorni in cui si impara sia la teoria che la pratica. E’ un metodo di riequilibro energetico che possiamo definire “olistico”.

Nel Reiki la cosa più importante, per ottenere dei risultati, è la capacità di amare l’umanità intera senza giudizi, preconcetti e aspettative, anche se a volte risulta difficile. Se lo si riesce a fare, almeno qualche volta, ci si accorge che vivere in armonia con gli altri e con noi stessi è più facile. D’altra parte è impossibile dare Reiki se non possediamo amore per noi e per gli altri.

Non può fare male, perché è energia “intelligente”, interviene laddove c’è effettivamente bisogno di riequilibro, nei tempi e nei modi che esulano dalla nostra umana comprensione, portando la persona al raggiungimento del benessere e dell’ equilibrio psico-fisico-emozionale. Reiki è la trasmissione di un’energia di Amore Universale. Questa energia ci servirà per aiutare noi stessi (autotrattamento) o per aiutare i nostri cari.

Ricordiamo che, in un trattamento con il Reiki, non diventiamo tutto ad un tratto dei “guaritori” con dei poteri arcani, non siamo noi la sorgente di questa energia, ma diventiamo dei Canali e attraverso noi l’Energia Universale scorre. Incanalando l’energia del Reiki nel corpo di una persona, ne veniamo caricati e nello stesso tempo rasserenati e spesso si avverte nelle mani il flusso invisibile dell’energia che fluisce da noi al soggetto che stiamo trattando.

E’ bene non dimenticare mai che il Reiki è energia universale, non una nostra energia, quindi ricordiamo la modestia e l’umiltà. Quanto più daremo Reiki tanto più l’Energia Vitale Universale affluirà dentro di noi e ci porterà al raggiungimento del benessere e a vivere in armonia con il Tutto. Una volta ricevute le armonizzazioni, il nostro canale Reiki resterà per sempre aperto, sia che lo si usi o meno e non si perderà mai la capacità di trasmettere energia.

Corso Reiki I° livello

Il Reiki, principi teorici e pratici dell’antico metodo di riequilibro energetico orientale

L’imposizione delle mani per dare sollievo al dolore è scritta nella storia dell’umanità da sempre, sia che si tratti di noi stessi, di un figlio, di un amico o di una persona che vediamo soffrire tutti noi quando abbiamo un dolore spontaneamente mettiamo le mani sulla parte interessata. Siamo abituati a vedere il nostro corpo reagire, per esempio quando ci tagliamo vediamo la ferita rimarginarsi o l’effetto che produce il bacio o la carezza della mamma su un bambino che si è fatto male. Ma se non siamo pranoterapeuti esperti il nostro gesto non serve a molto, o, nei peggiori dei casi, se si interveniamo sugli altri a lungo andare, ci sentiremo troppo, o troppo poco, carichi di energia.

Scegliere questa pratica non ci trasforma in guaritori, non è nostra l’energia che trasmettiamo a noi stessi o agli altri, ma ci rende un Canale in grado di ricevere Energia dall’Universo e riversarla sulle parti dolenti nostre o altrui. L’Energia Vitale Universale che utilizziamo noi è la stessa che figure carismatiche sapevano manipolare.

La differenza tra loro e noi, è che loro erano perfettamente consapevoli di essere in contatto con la loro origine divina, mentre noi siamo umani con tutte le meraviglie e le difficoltà che la nostra condizione comporta, ma nel nostro piccolo anche noi riusciamo, qualche volta, ad essere consapevoli della nostra origine divina, e quindi con la nostra volontà, la fede, la ricerca costante, riusciamo a connetterci con la grande Energia che permea il tutto e ad ottenere dei bellissimi risultati.

Il Reiki non è magia, non è una religione, non è un’ideologia filosofica o politica e non è un sostituto della medicina ufficiale. E` “soltanto” uno straordinario mezzo che ogni individuo può ricevere e imparare a usare. Un mezzo che stabilisce una connessione diretta tra l’essere umano e l’energia primaria della creazione, al fine di stimolare il benessere nella nostra vita, sia esso di natura fisica, mentale, emozionale e spirituale.

Essere capaci di utilizzare l’Energia Universale “Reiki” è un grande dono, che fa di noi delle persone consapevoli. La trasmissione di questa energia, definita “intelligente”, andrà a portare equilibrio nel soggetto a cui mandiamo Reiki. Ma affinché le nostre mani possano trasmetterla è necessario ri-attivare la capacità di mettersi in contatto con la fonte universale dell’energia (luce, Amore, spirito Universale, Dio) attraverso delle cerimonie definite di “iniziazione”.

Per la gente comune in generale, e per gli “studiosi” di occultismo, la parola iniziazione evoca antichi rituali, maghi, fuochi, sacerdoti, paramenti, prove, sacrifici… Nel Reiki fortunatamente non è così: le “Iniziazioni” sono momenti di ricerca di sintonia fra il Master e l’Allievo, attimi di pace e serenità mentre si verifica lo scambio di energia. E’ principalmente un atto d’amore assoluto da parte del Master che con umiltà ed attenzione procede a portare l’allievo al 1°, al 2° o al 3° livello (Master) del Reiki. In ogni caso nel nostro centro preferiamo utilizzare il termine Armonizzazione, in quanto armonizzare l’individuo con l’Energia è lo scopo dell’iniziazione.

Durante il “corso” di 1° livello Reiki (quello che comunemente si sostiene lavori principalmente sul corpo fisico, ma che anni di esperienza ci fa affermare agisca anche sul corpo emozionale), si ricevono 4 “armonizzazioni”. Hanno il compito di aprire il nostro “canale energetico interno” e si viene armonizzati all’energia del Reiki da un Master Reiki accreditato.

L’energia del Reiki incomincerà a fluire dalle nostre mani già dopo la 1° armonizzazione. Per comprendere ciò è importante fare una prova di imposizione delle mani sia prima che dopo l’armonizzazione. Porremo quindi le mani sia su noi stessi, che sui compagni di corso. Ci si accorgerà della differenza e non sarà solo suggestione; infatti, dopo, noteremo che dalle nostre mani scaturirà un benefico calore, il Prana.

PER INFO E PRENOTAZIONI:

+39 334 86 01 003